17 febbraio 2008

Ho aspettato 25 anni...

Finalmente è tornato nella mia videoteca, è uscito il 29 gennaio ma ho dovuto aspettare fino a ieri prima di riavere tra le mani Blade Runner. Da vero maniaco ho preso la versione con 5 DVD che contiene la versione cinematografica (quella che più amo) ed anche una nuova director’s cut (con colori veramente splendidi). Non avete sentito un brivido lungo la schiena? Non avete avvertito un fremito nella Forza? Io si!!! È dal lontano 1982 che Ridley Scott ha di diritto un posto nel mio cuore, da quando entrai al cinema S. Marco per vedere Blade Runner. Amo questo film più di ogni altro, l’ho visto decine di volte e quando Roy Batty (Rutger Hauer) muore mi commuovo sempre. La fantascienza non è stata più la stessa, le avventure di Deckard (Harrison Ford) hanno tracciato una linea di confine e riscritto le regole del cinema fantastico. Tutto è perfetto: la sceneggiatura, che ci regala personaggi e dialoghi profondi ed emozionanti; la regia, che alterna con sapienza e mestiere, momenti di quiete ad azione frenetica e ci trascina sul baratro accanto ai due protagonisti a soffrire per la sorte di entrambi; la scenografia, che ci mostra un futuro ridondante, sporco, caotico ed immerso nelle tenebre. Blade Runner è un grido alla vita, la vita amata sopra ogni cosa, la vita che si ribella e va contro le convenzioni, la vita che non può essere imbrigliata. L’uomo che clona il corpo ma non riesce a replicare l’anima… MERAVIGLIOSO!!! Se venticinque anni fa non eravate ancora nati o eravate troppo giovani per andare al cinema a gustare questo capolavoro, fatevi un grossissimo favore, COMPRATE Blade Runner e assaporatelo, la vostra anima vi ringrazierà!!! Hasta la vista.

5 commenti:

Zup ha detto...

Carissimo,
le sono profondamente vicino in questo momento di orgasmico piacere. Anch'io provai un'emozione come da lei descritta quando strinsi (non troppo forte per non rovinarlo) per la prima volta fra le mie manine paffute un cofanetto di "Ritorno al Futuro" (allora in VHS, il DVD manco si sapeva chi era...).
Godo, godo, godo morbosamente con lei e ne approfitto per invitarla ad una caccia alle pecore elettriche (di cui le segnalo anche lo screensaver: http://www.electricsheep.org), simpatiche creature ad alto voltaggio che sanno sempre soddisfare chi è dotato di spina (e relativo cavo).
Rabbrividendo, e ricordandole che sono suo padre, la saluto.

Anonimo ha detto...

Dear GranDad,
I think that You are my last skin-work! I must terminate You soon!
So finally I'll say: All these moments will be lost in time,
like tears in rain!


http://en.wikipedia.org/wiki/Do_Androids_Dream_of_Electric_Sheep%3F

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/b/b9/DoAndroidsDreamOfElectricSheep%281stEd%29.jpg

Tonono ha detto...

Esimio Zup, sono conscio che soltanto Lei può comprendere il livello di libbbidine da me provata quando ho avuto per le mani l'agognato cofanetto. Condividere con Lei questo stato di estesi mi rallegra!!!

Tonono ha detto...

E tu, Anonimo che copi e incolli da Wikipedia, se non ti firmi come faccio a salutarti? Beccati un saluto Anonimo!!!

Anonimo ha detto...

Dear GranDad

Could I be the Lord of the.... rings?

Not this time.

Catch me! If You can?