18 aprile 2007

L’ultimo Re di Scozia

Mentre aspetto con trepidazione di vedere Spiderman 3 (incredibilmente uscirà il 1° maggio, tre giorni prima che in America… ma vieni!!!) vorrei segnalarvi due film, uno molto bello e l’altro veramente brutto. Partiamo con le buone nuove. Cavalcando sempre l’onda degli Oscar sono andato a vedere L’ultimo Re di Scozia, per il quale Forest Whitaker ha vinto l’ambita statuetta come miglior attore protagonista. Il film è molto bello, mostra la discesa all’inferno di un giovane medico scozzese, interpretato da un convincente James McAvoy, che si lascia tentare dal fascino istrionico del sanguinario dittatore dell’Uganda Idi Amin. La logica vorrebbe che dedicassi spazio ed enfasi a questa pellicola che ci obbliga a riflettere su quanto siamo bravi a girare la testa da un’altra parte quando ci fa comodo e invece, devo fermarmi qui. Ho bisogno di spazio per urlare quanto brutto è Hannibal Lecter - Le origini del male. Dovete evitarlo come la peste!!! Tanto bello ed inquietante è Il silenzio degli innocenti, tanto brutto e soporifero questo prequel. Se c’è una cosa che detesto è un film horror che annoia: è un controsenso!!! I film dell’orrore dovrebbero spaventare ed angosciare, insinuarsi nel subconscio, frantumare certezze ed alimentare paure ataviche. Hannibal Lecter - Le origini del male vorrebbe spiegare come tutto è cominciato invece riesce solo a far desiderare di non essere mai entrati al cinema a vedere un obrobrio di questa portata. Riesce a trasformare Hannibal Lecter in un povero disadattato, un personaggio che Sir Anthony Hopkins aveva fatto diventare l’essenza stessa del male, inquietante ed affascinante nello stesso tempo. Ascoltate il nonno, noleggiatevi Il silenzio degli innocenti che nel lontano 1991 vinse l’Oscar per: miglior film, miglior regia a Jonathan Demme, miglior attore protagonista a Anthony Hopkins, miglior attrice protagonista a Jodie Foster, miglior sceneggiatura non originale a Ted Tally. È l'unico thriller che abbia vinto i 5 oscar fondamentali, evento verificato solo 2 volte, nel 1934 con Accadde una notte di Frank Capra e nel 1975 con Qualcuno volò sul nido del cuculo di Milos Forman.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

my darling... your grandad... Whitaker è abiatuato a calarsi in personaggi non convenzionali, ricordiamo "La moglie del soldato" 1992, e poi con quella faccia tra Amin e Tony Romero texano... come si fa a non dargli l'oscar?

Anonimo ha detto...

sono d'accordo.
il silenzio degli innocenti è un grande film.
ci vediamo domani alla partota del cuore 2
ciao R.

kaiorules ha detto...

Ciao Giorgino, volevo farti vedere che vengo a vedere il tuo blog ogni tanto. Inoltre volevo dirti che sto aprendo il mio sitino web sui videogiochi degli anni 80 e 90: hai presente quelle macchinette infernali da salagiochi su cui le nostre sporche e pacioccose manine hanno smanettato per anni? Quelle! C'ho messo anche il tuo blog come link degli amici, sei contento? Appena sarà pronto ti darò l'indirizzo giusto perchè tu vada a vederlo e mi dica che è veramente osceno. Grazie Nonno per il sostegno morale und materiale che ci dai ogni giorno. Ciao, ci vediamo venerdì per il giorno sacro!

Tonono ha detto...

Kaio, sei sempre il più migliore!!! Sarò orgoglione di venire a visitarty Every day. Parola de Il Nonno