23 maggio 2007

Apocalypto: un film di poche parole ma tante idee

Ho cercato di sintetizzare nel titolo quello che penso di Apocalypto e del cinema in generale: una buona idea è il 60% di un bel film, il resto lo fanno il regista e gli attori. Apocalypto potrebbe essere preso come esempio per questa mia teoria: nessun attore famoso, pochissimi effetti speciali e assolutamente invisibili, recitato nell’antichissima lingua Maya “yucateco” (ancora in uso nello Yucatan), sottotitolato. Eppure…è avvincente, coinvolgente, struggente… insomma aggiungete altri duo o tre “ente” se volete ma il risultato sarà sempre lo stesso: UN BEL FILM!!! Dopo La passione di Cristo il “Bel Mel” ci riprova usando, ancora una volta, una lingua pressoché sconosciuta (la parlano in poche migliaia di persone) e riesce ad attirare nelle sale milioni di spettatori che rimangono stupiti di come sia bello vedere un film in lingua originale. Apocalypto parla di famiglia, orgoglio, coraggio e paura, parla di delirio decadente, parla di sacrificio e solidarietà. Lo fa con dolcezza e violenza, una violenza vista in controluce e osservata da vicino, una violenza che permea ogni momento, che non lascia spazio a nient’altro. Apocalypto è un film d’azione dove ogni immagine vale più di mille parole e, nello stesso tempo, è una lucida metafora della società in cui viviamo, dove tutto viene immolato all’unico vero dio: il denaro. Accidenti una pellicola che si presta a due piani di lettura, forse si tratta veramente di un film che varrebbe la pena di vedere?!? Non sprecherò neanche una battuta per raccontarvi la trama, non è importante, dovete fidarvi dei miei amici, a loro è piaciuto!!! Se volete vedere un altro capolavoro del bel americano dagli occhi di ghiaccio, dovreste fare un salto in videoteca e noleggiarvi Braveheart-cuore impavido. Dovrebbero bastarvi i 5 Oscar vinti da questo film ruvido e epico che narra le gesta eroiche e valorose di William Wallace, interpretato dallo stesso Gibson, vissuto verso la fine del XIII secolo in Scozia, per la quale combatté fino alla morte per l’indipendenza dalla corona inglese. Ve lo dirò gentilmente: DOVETE GUARDARLO ASSOLUTAMNTE!!! Chiaro, conciso e cortese.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono assolutamente d'accordo col Nonno. Va assolutamente visto.
E' veramente un bel film con le palle.
d@d3

Tonono ha detto...

Mio Caro d@d3 devo ringraziarti assolutamente, sei il più veloce commentatore dell'Uest!!!

kaiorules ha detto...

E' un bel film, un pò lunghino, ma bello. Direi che può essere visto da tutti, anche perchè le scene truculente sono pochissime: fidatevi di uno che non sopporta la vista del sangue. Evviva il nonno che mi porta tante belle cose!

Tonono ha detto...

Anche tu Kaio non scherzi in quanto ad assiduità. te i più migliori!!!

Anonimo ha detto...

ma non sarà che questa recensione è riciclata?
mi sembra di averla già vista da qualche parte.
comunque seguirò il consiglio e mi andrò a prendere 'sto film.
speriamo bene.
anonimo