03 ottobre 2009

Il Distretto dove lo metto?

Ci sono film che non si riesce a definire, non appartengono ad un solo genere, sono trasversali, si insinuano e saccheggiano: sono i miei preferiti! Il meltin’ pot è molto difficile da fare, bisogna bilanciare bene tutti gli ingredienti altrimenti si rischia che la “zuppa” non abbia nessun sapore. Non è il caso di District 9, esordio del trentenne sudafricano Neill Blomkamp, è per un terzo fantascienza, un terzo satira sociale ed un terzo mockumentary. Il tutto risulta ben amalgamato e con un retrogusto agrodolce. La storia dei “gamberoni” alieni è originale, come è originale la location scelta (una Johannesburg sporca e arsa dal sole) ed originale il modo di trattare gli alieni: novelli “negri” segregati in una bidoville fatiscente. District 9 è l’ennesimo esempio che quando le idee abbondano i soldi passano in secondo piano. Voto 7.

Prima di chiudere un annuncio: un nuovo menbro si è unito alla Compagnia della Braga, diamo il benvenuto a Il Signore dei Vernelli che, in tutto il suo splendore, ci ha onorato della sua presenza. Lo metteremo alla prova col prossimo appuntamento: Brüno!!!

6 commenti:

Il Magnifico ha detto...

e qando elo el prossimo apuntamento? ka me piaseria vegnere anka mi visto ke l'ultima volta to tira' un pako mondiale.

Tonono ha detto...

Magnifico ma ato leto el post? 23 ottobre Brüno. Svejarse!!!

Ciucinsky ha detto...

EVVIVA!!! BRUNO! BRUNO! BRUNO!

Anonimo ha detto...

ciao giorgino,
ci sentiamo x sabato
R.

Jeff Hawke ha detto...

TOnevodo consiglia: l'itaGliano sallo!!!! (ved. email)

grazie x l'ADD....
è stato un grande ONORE partecipare allo spettacolo con alcuni della BRAGA (forse i mejo??? non lo so).
Il battesimo cinefilo non è stato dei migliori riguardo la SF, ma concordo con il Nonno sulla socialità dei gamberoni, mancava però il "da dove vengo" e il "dove vado" che rendono la storia traballante.

Tonono ha detto...

Ma quanti bei commentini, sono veramente ORGOGLIONE dei miei nipotini!!!