16 marzo 2008

I padroni della notte

Dopo una settimana di forzata astinenza (sono stato a Milano per lavoro) sono tornato a casa e, in compagnia della mia dolce metà, sono andato al cinema a vedere I Padroni della notte di James Gray. La trama è molto semplice: Bobby Green (Joaquin Phoenix) ha deciso di non seguire le orme paterne e gestisce El Caribe, un leggendario locale di Brooklyn. Si è cambiato il cognome e tiene nascosto il suo legame con una lunga serie di affermati poliziotti di New York. Ma siamo nel 1988 e nella Grande Mela il mercato della droga è in forte crescita. Bobby cerca di mantenere le distanze dal gangster russo che vende droga fuori dal suo locale ma le indagini del fratello Joseph (Mark Wahlberg) e di suo padre (Robert Duvall), lo costringeranno a scelte durissime. La storia c’è, è la regia che non convince, mancano profondità e spessore a tutti i personaggi e ci costringe a qualche sbadiglio. Peccato.
Volete un vero poliziesco, noleggiatevi The Departed. Il film si insinua nell’animo umano per capire fino in fondo come siamo fatti, fino a che punto possiamo arrivare. Il bene e il male hanno la stessa faccia da bravo ragazzo, sono entrambi coperti di menzogna e alla fine si mescolano lasciando lo spettatore spiazzato e attonito di fronte a tanta violenza. The Departed è anche una lezione di vita, un pugno nello stomaco che ci obbliga a guardare il mondo visto attraverso gli occhi del regista, un mondo cinico e senza speranza dove bene e male soccombono. Un Capolavoro assoluto. Hasta la vista.


2 commenti:

Zup ha detto...

Bentornato Nonno! Ci sei mancato! Provvederemo al più presto a sgozzare il vitello grasso...

Tonono ha detto...

Ciao Zup, anch'io gioisco e tripudio e aspetto la coscia del vitello.