17 gennaio 2009

Un bis tutto d'oro

Complici i Golden Globes appena assegnati, mi sono sparato sia il vincitore del premio come miglior film, regia e sceneggiatura e quello come miglior film straniero. Il primo è The Millionaire di Danny Boyle, storia della partecipazione al programma televisivo Chi vuol essere milionario, da parte di un ragazzo di strada nella Bombay di oggi. Il film si svolge su due piani temporali diversi: la puntata del quiz televisivo ed il passato del giovane protagonista (il bravissimo Dev Patel). I due momenti corrono paralleli, si intersecano rivelando e spiegando la vita cruda ed intensa di Jamal Malik che, per conquistare l’amata Latika partecipa alla trasmissione. La regia di Boyle è ruvida, la sua cinepresa sguscia tra la baraccopoli di Bombay ed insegue gli interpreti quasi ansimando tanto li tallona. Finalmente il regista scozzese ritrova lo sguardo freddo ed ironico, che tanto mi aveva affascinato in Trainspotting, e lo sporca con i colori e i sapori di Bollywood. Il risultato è veramente coinvolgente ed emozionante: BRAVO DANNY!!!
Voto 8 e 1/2.


Del secondo film ne avevo sentito parlare in maggio a Cannes e mi aveva incuriosito, la vincita del Golden Globe mi ha obbligato a vederlo!!!

E ho fatto bene!!! Da subito sono rimasto affascinato da Valzer con Bashir: il tratto e i colori sono quelli di una graphic novel, la trama si snoda come un’indagine psicologica del protagonista sul suo passato militare in Libano. Io c’ero nell’82, vivevo i miei vent’anni con una spensierata ignoranza e non ricordo nulla della strage di cui parla il film. La memoria perduta del protagonista è la mia, la nostra. Siamo noi occidentali che, anestetizzati dalla TV e dal benessere, non ricordiamo anzi, facciamo di tutto per dimenticare. Per fortuna ci sono opere come Valzer con Bashir che, da una parte, ci avvolgono con colori caldi e movimenti di macchina sinuosi e dall’altra, ci obbligano a fare i conti con la nostra coscienza. Un film da vedere per uscire dal torpore. Voto 9.


4 commenti:

Zup ha detto...

Che Nonno etnico e politicamente coinvolto... =oO

Tonono ha detto...

Mio caro Zup, questi due dovresti proprio vederli!!!

Anonimo ha detto...

Quante proposte! alla fine ho optato per Yes Man. Si, molto carino. Anch'io sono di quelli che amano Jim Carrey solo per The Truman Show; ma Yes Man mi ha divertito molto.
Ciao,
Amina

Tonono ha detto...

Ciao Amina, tante proposte perché sono un Nonno socialmente utile!!!